L’esperienza Erasmus+ di Alberto raccontata a dei giovani studenti abruzzesi

Posted on

 

Emozione, esperienza, lingue, futuro. Sono queste alcune delle parole emerse qualche mattina fa al termine dell’incontro Erasmus+ a Sulmona. Il Servizio Volontario Europeo, gli Scambi Giovanili e i Corsi di Formazione sono stati al centro di un’analisi che ha interessato i ragazzi di una classe terza della Scuola Media Statale “Ovidio” di Sulmona (L’Aquila). I ragazzi hanno partecipato attivamente alla discussione in classe relativamente a questi tre tipi di progetti europei. Tanta voglia di fare, di conoscere nuove prospettive e soprattutto tanta curiosità: il mix ideale per parlare di argomenti di questo tipo. Importantissimo è stato capire quanto sia fondamentale al giorno d’oggi fare più esperienze possibili e conoscere l’inglese. Uscire dalla propria “comfort zone” per esplorare nuovi mondi, culture, lingue e società e viaggiare per l’Europa sono cose fondamentali per crearsi delle prospettive di vita. Perché lo scopo dell’Erasmus, nome nato dal famoso Erasmo da Rotterdam, è quello di aprire la mente e cambiare la vita (o le vite). “Il futuro è nelle loro mani”, e qualcuno di loro lo ha già capito.

Alberto Caravelli, Sulmona, L’Aquila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *