Germania

I pensieri di Giorgia dopo il progetto “Practice makes entrepreneurs” in Germania

Posted on Updated on

Germania, Brema. 7 giorni, di cui 5 di corso e 2 di viaggio. 25 ragazzi che rappresentavano 12 paesi europei. 2 trainer. Una casa enorme in mezzo ai boschi tedeschi. Un corso intitolato “Practice makes enterpreneurs”, la pratica rende imprenditori. Giorni molto intensi in cui abbiamo imparato a condividere idee, ambizioni e progetti. Giorni in cui abbiamo imparato grazie alle nostre diversità. Giorni in cui abbiamo imparato attraverso l’educazione non-formale, un metodo “learn-by-doing”, i concetti principali che stanno alla base del mondo dell’imprenditoria. Giorni in cui ci siamo messi in gioco, abbiamo affrontato sfide ed analizzato nuovi punti di vista. Torniamo da questo corso molto soddisfatti e arricchiti; volenterosi di trasmettere ciò che abbiamo imparato alle nostre realtà locali. Grazie a tutti coloro che hanno reso tutto questo possibile!

Il progetto dettagliato in inglese qui sotto:

Project Date: 05-12.02.2019

Project Venue: Bremen, Germany

Project Organizer: JuBuK

Project Partners from 12 countries: GEYC (Romania), Danish Youth Team (Denmark), Young Effect (Italy), CIP (Cyprus), BYF (Bulgaria), NÜH(Estonia), D’ANTILLES ET D’AILLEURS (Martinique, France), USB(Greece), World-Our Home (Latvia), SYTEV (Slovakia), KAEB-NAI(Basque Country, Spain), 

Project Description: 

The new era which is profoundly marked by the economic crisis and more specifically by the radical degradation of the economic sector in the majority of the European countries, the enhancement of the components that make up both the theoretical and practical aspects of entrepreneurship might constitute one of the main keys for the consolidation of the situation. Accordingly, the reinforcement of the practical education on entrepreneurship by the NGOs and CSOs will definitely entail a flourishing of the entrepreneurial dynamism in our communities, whilst the practical application of concrete educational methods related to entrepreneurship by youth workers, will enable young people to come in touch with an array of soft skills, thus ensuring their coveted entry into the business arena.

Taking into consideration the current situation in the majority of European countries, the international training course ‘Practice Makes Entrepreneurs’ is seeking to equip youth workers and leaders who work directly with young unemployed people with essential business and entrepreneurial knowledge and skills, in order to make them capable to indicate ‘alternative paths’ correlated with the labor market, thus contributing to the limitation of the unemployment among youth. Specifically, by saying ‘alternative paths’, it’s being implied the promotion of self-employment and a general cultivation of an entrepreneurial culture. The above target will be accomplished through a combination of practical knowledge provision on entrepreneurship, and a parallel cultivation of a positive way of thinking within the side-paths of self-awareness and self-motivation.

Specifically, participants experienced various practical exercises -mostly based on non-formal education methods- which will qualify them with entrepreneurial knowledge that can be utilized to equip young people with essential skills, in order to be ready to take entrepreneurial decisions concerning complex socioeconomic conditions. Consequently, the subsequent application of those practical methods-exercises within different local contexts, also aims at the dissemination of alternative entrepreneurial methods, thus contributing to the eradication of various obstacles, such as discrimination and inequality in opportunities; problems which are frequently being encountered by young people, especially in the deprived and rural areas of the E.U.

Particular objectives: 

  • To provide practical tools using non-formal education that inspire young people to take entrepreneurial action.
  • To create a space to reflect on educational non-formal tools related to entrepreneurship and pave the way for their transferability and further development.
  • To develop entrepreneurial competences that make use of the non-formal education in youth work in order to stimulate self-employment and entrepreneurial culture among unemployed youth.
  • To develop a sustainable network among youth organizations which are being associated with entrepreneurship within EU and create stronger partnerships for future projects in the European context.

Corso di formazione in Germania sull’imprenditorialità (Febbraio)

Posted on

Titolo del progetto: Practice Makes Entrepreneurs

Organizzazione ospitante: JuBuk  www.jubuk.org

Dal 5 al 12 Febbraio 2019 a Osterholz-Scharmbeck (Bremen) – Germania

Obiettivi principali del progetto:

I partecipanti effettueranno varie esercitazioni pratiche, basate principalmente su metodi di educazione non formale, che li qualificheranno con conoscenze imprenditoriali che possono essere utilizzate per fornire ai giovani le competenze essenziali, al fine di essere pronti a prendere decisioni imprenditoriali riguardanti condizioni socioeconomiche complesse. Di conseguenza, la successiva applicazione di quei metodi pratici – esercizi all’interno di diversi contesti locali, mirano anche alla diffusione di metodi imprenditoriali alternativi, contribuendo così all’eliminazione di vari ostacoli, come la discriminazione e la disuguaglianza nelle opportunità; problemi che spesso incontrano i giovani, in particolare nelle aree rurali dell’EU.

A fine progetto verrà rilasciato il certificato ufficiale della Commissione Europea Youthpass. (Utilizzabile per ottenere crediti formativi tramite accordo con la propria Università)

ETA’: 18-40  (2 partecipanti YOUNG EFFECT)

CANDIDATI: Giovani studenti, lavoratori, disoccupati, volontari, animatori giovanili ecc.

PAESI PARTECIPANTI: Germany, Romania, Spain, Italy, Denmark, Cyprus, Bulgaria, Estonia, Martinique (France), Greece, Latvia and Slovakia.

VIAGGIO: destinazione aerea finale: Aeroporto di Brema

ALLOGGIO: Ostello (camere multiple con nazionalità mista) KulturHaus, Osterholz-Scharmbeck

DOCUMENTI NECESSARI: Carta d’identità

Costi:

  • Rimborso del viaggio 100% (Massimale per l’Italia 275 Euro – oltre questa cifra il rimanente è a carico del partecipante). Si prega di assicurarsi della disponibilità dei voli e del loro costo prima di candidarsi.
  • Participation fee: 40 Euro (Da versare in Germania)
  • Le attività dell’associazione sono riservate ai soci Young Effect 2018. Una volta selezionati se non si è già soci 2018 bisogna associarsi a Young Effect. Vedi sezione membership standard 2018/2019  80 Euro (inclusa assicurazione per responsabilità civile).

Vitto, alloggio e attività sono comprese nel finanziamento europeo e quindi non sono a carico del partecipante.

La partecipazione a corsi di formazione e scambi ERASMUS+ è multipla e senza limite di partecipazione ad altri progetti ERASMUS+. Il programma ERASMUS+ è libero per ogni giovane indipendentemente che sia uno studente, lavoratore, inoccupato ecc. La partecipazione è libera a qualsiasi nazionalità del partecipante purché in possesso di documenti italiani o permesso di soggiorno. Le partenze dei partecipanti devono essere esclusivamente effettuate dal suolo italiano salve diversi accordi con l’organizzazione estera.

Scarica il formulario per candidarti a questo link: Formulario selezione Erasmus+  e invialo all’indirizzo  scambi@youngeffect.org   Non c’è una data di scadenza per la candidatura, i posti vengono assegnati in base alla motivazione e all’idoneità formale del candidato, chi prima si candida prima viene selezionato fino ad esaurimento posti.

Per essere informato tempestivamente sui progetti pubblicati da Young Effect e dai partner italiani e stranieri iscriviti al gruppo facebook Young Effect Association Magenta  a questo link: http://www.facebook.com/groups/152099371468382/  e clicca “Mi piace” nella pagina dell’associazione: Young Effect Association

This project has been funded with support from the European Commission. This publication (communication) reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.

Simona si racconta: La poesia in Germania con Erasmus+

Posted on

ge

The Power of the Word: Poetry Slam for fighting Social Inequality

Quando mi si è presentata l’occasione di poter partecipare ad un Erasmus+ non ho esitato neanche un istante ad inviare la mia candidatura.

Il tema? Gara di poesia (Poetry Slam) per lottare contro l’ineguaglianza sociale!
La meta? Potsdam e Berlino!

Sono dell’idea che nessuna persona, prima della partenza, sia capace di immaginare le gioie, i timori e le soddisfazioni che un’esperienza del genere può provocare; ma, credetemi, mettersi alla prova è una delle maniere migliori per poter comprendere.

Potsdam e l’associazione ricevente mi hanno accolto il 13/11/2015 a braccia aperte e, come me, sono stati accolti altri partecipanti – europei e non – con i quali ho condiviso dieci giorni favolosi.
Adoravo vedere come circa 30 persone provenienti dall’Italia, dalla Grecia, dal Kosovo, dalla Polonia, dalla Romania, dalla Slovacchia, dalla Spagna, dalla Turchia, dall’Ucraina, dalla Bulgaria, dalla Bosnia ed Erzegovina, dalla Georgia, dalla Croazia, dall’Armenia, dall’ Azerbaigian, dall’Estonia, dall’Albania, dalla Germania e dalla Lituania collaborassero per il raggiungimento di uno scopo comune: combattere le disparità sociali utilizzando come strumento una gara di poesia.
Cattura2

In dieci giorni siamo diventati “poeti” –chi più e chi meno- grazie a workshop, esercizi comuni, lavori interdisciplinari e preparatori sotto la guida della nostra trainer Juste; il tutto condito dalla presa visione –prima- e partecipazione –dopo- a vere gare di poesia (“Poetry Slam Meisterschaft” 16 novembre 2015 presso il cinema Kosmos di Berlino).
Cattura3

Ovviamente non sono mancati i momenti di svago e divertimento come la “Intercultural night” (serata in cui ciascun partecipante presentava la nazione di provenienza attraverso prodotti tipici, musica, folklore o racconti di leggende) , le varie visite a Potsdam e Berlino adatte a cercare ispirazione per le nostre poesie e le serate libere grazie alle quali si potevano rafforzare i rapporti con gli altri partecipanti condividendo momenti di svago e di piacere.
Cattura4

Il 22/11/2015 -giorno conclusivo del progetto- mi sono resa conto che aver preso parte a questo Erasmus+ è stata una delle migliori decisioni mai prese, grazie alla quale sono cresciuta sia umanamente che professionalmente.
Consiglio a tutti di provare un’esperienza del genere perché, vissuta con la positività e il rispetto degli altri, lascia fantastici ricordi e permette di creare nuove relazioni.

Simona
Cattura5

Cultural diplomacy

Posted on

L’Institute for Cultural Diplomacy, ONG con sede centrale a Berlino, da 12 anni attiva nella promozione della cultural diplomacy, del dialogo multiculturale, della cultura e dell´arte come strumenti, appunto, diplomatici per conoscere più a fondo le culture, organizza nel mese di Giungo una serie di eventi correlati: 4 simposi internazionali in cui si discuterà della relazione tra la pratica della cultural diplomacy e alcuni dei più importanti temi dei giorni nostri: il rispetto dei diritti umani, la situazione del sistema economico internazionale, lo sviluppo sostenibile e le diseguaglianze culturali, sociali, politiche ed economiche nel mondo.

Gli eventi si terranno dal primo al 28 giugno tra Berlino, Ginevra e Washington DC. Il costo di ciascuno (per la durata di 4 giorni l’uno) è di 195 euro. Sono previste facilitazioni per studenti delle stesse facoltà che presentano domanda assieme.

Le conferenze, completamente in lingua inglese, prevedono dibattiti, letture, panel discussion e altre attività culturali.

Vitto e alloggio e viaggio sono a carico del partecipante.

Per saperne di più sugli eventi, l’agenda, gli ospiti e le modalità d’iscrizione, cliccate qui:http://www.culturaldiplomacy.org/academy/index.php?en_symposium-on-cd-2012